Importante precisazione della Direzione Prevenzione della giunta regionale del Veneto sul carattere “volontaristico” e sull’omissione “non sanzionabile” dell’eventuale trasmissione dei dati sanitari relativi all’anno 2009.

Con parere del 2 Marzo 2010, la Direzione Prevenzione della giunta regionale della Regione del Veneto, a correzione delle precedenti comunicazioni inviate ai medici competenti da parte dei servizi SPSAL, conferma che “l’obbligo normativo di trasmissione dei dati” di cui all’art. 40 del D.Lvo 81/08 “risulta ad oggi sospeso”.

Tuttavia, continua la nota, ritenendo opportuna la prosecuzione del flusso dei dati sanitari e di rischio dei lavoratori, “si chiede la collaborazione dei medici competenti aziendali nel contribuire al rafforzamento del sistema regionale di prevenzione, attraverso la trasmissione delle informazioni in oggetto”. Si chiarisce, infine, che tale attività “alla luce di quanto sopra espresso ed in attesa dei provvedimenti nazionali, avrà carattere volontaristico e, come tale, l’omissione non sarà sanzionabile”.

Il testo della lettera è stato inserito nella sezione documentazione-affari generali (clicca qui).

Torquati Assicurazioni
Enable Notifications    Ok No thanks